wonderful gifts of the heaven #3

“The prophetesses are wonderful gifts of the heaven”: last act. Chris Castaneda, Mexican artist from Mexico city, evoked Phordis last night performing a magical ritual as if she was a “witch”. For this special moment she wanted to be surrounded by all the elements, water, fire, earth and air … and she chose the moment when the sun and the moon are joined, so we did it during the luminous and mysterious Icelandic night. The boundary between the magic of the fiction and the magic of the life was very confused during this night … starting from the beginning, when on the beach that we had chosen we met a woman who claimed to see the angels and to read the future…this woman was like a brief appearance in a dream full of signs …During this meeting we saw the sun drowning in the sea just between two rocks where we were, two planes left two incredible trails in the sky just before and after our ritual with the fire…the tide advanced and a strong wind came just at the end as to indicate that it was time to leave…I don’t want to say anything else but I believe that during that night something  magical is really happened…

“Le profetesse sono meravigliosi doni del cielo”: ultimo atto. Chris Castaneda, artista messicana di Città del Messico, ha evocato Pordis l’altra notte attraverso una performance in cui ha compiuto un rito magico come se lei stessa fosse una “strega”. Per questo speciale momento voleva essere circondata da tutti gli elementi, acqua, fuoco, terra e aria…e ha scelto il momento in cui il sole e la luna si uniscono, quindi abbiamo girato durante la luminosa e magica notte islandese. Il confine tra la magia della fiction e la magia della vita è stato davvero confuso durante questa notte…a cominciare dall’inizio, quando sulla spiaggia che avevamo scelto abbiamo incontrato una donna che sosteneva di vedere gli angeli e di leggere il futuro…questa donna è stata come una breve apparizione in un sogno pieno di segni…durante quest’incontro abbiamo visto il sole annegare nel mare proprio tra le due rocce dove eravamo, due aerei hanno lasciato due incredibili scie nel cielo esattamente prima e dopo il nostro rituale col fuoco, la marea è avanzata e un fortissimo vento è arrivato proprio alla fine come ad indicarci che era tempo di andare… non voglio dire nient’altro ma sono certa che quella notte qualcosa di magico è veramente accaduto.